architettura in outsourcing
italiano lang_english

Studi di progettazione

Capire come uno studio di progettazione opera e quali sono le sue mansioni all‘interno di un progetto, fa chiarezza e meglio specifica quello che il nostro servizio può offrire.

Lo studio di progettazione è quell‘entità che gestisce un progetto.
Effettivamente la parola "gestione" può risultare forte e sgradevole oltre che autoritaria, ma nella fattispecie è assolutamente calzante con quello che realmente accade in uno studio di progettazione.
Il significato di gestione nella sua accezione più estesa è: "direzione logistica di qualcosa.... controllo, guida".
In senso proprio, è: "l‘insieme delle azioni da porre in essere, affinché l‘azienda possa perseguire gli obiettivi prefissati nella pianificazione aziendale e compiere scelte riguardanti le relazioni tra i suoi elementi costitutivi (persone e tecnologie)".
A leggere tale definizione e pensarla applicata ad ogni singolo progetto che viene sviluppato (gestito) negli studi di progettazione, non si può fare altro che alzarsi in piedi e fare un plauso a coloro che hanno intrapreso tale ardua attività (complimento scontato essendo coloro che scrivono appartenenti alla categoria).

Si tratta quindi ora di definire in cosa consiste un progetto per meglio definire la sua gestione.
Il progetto, semplificando ovviamente, è costituito da una fase preparatoria necessaria al lancio dello stesso; una volta specificato in che cosa consiste, si mettono a punto i documenti contrattuali che formalizzano un impegno tra il realizzatore ed il committente che in questo modo stringono l‘accordo per il lancio del progetto e la decisione di cominciare tale opera.
In secondo luogo inizia una fase di valutazione per appurare se il concetto è valido in riferimento al contesto definendone il profilo, si delineano i fabbisogni reali del committente e si ufficializza lo scopo del progetto.
Lo studio di progettazione si assicura che i fabbisogni siano espressi in analisi funzionale e poi in soluzioni tecniche (capitolati).
Si analizza poi la fattibilità economica, organizzativa e tecnica del progetto.
Si redigono documenti per la realizzazione e la verifica dell‘opera.

Provate a pensare all‘impegno temporale, di risorse, e di preparazione che uno studio di progettazione deve affrontare ogni qualvolta opera in un progetto di qualunque entità.
Pensate pure, anche se è sempre spiacevole parlare di ciò, a quanto possa essere l‘incidenza "costo" per tale impegno, complesso e costante, su ogni singolo progetto e realizzazione di esso.
Come gruppo di progettazione molto spesso ci siamo trovati di fronte a problematiche di tempi e di costi che inficiano ovviamente sulla qualità e sull‘impegno di un progetto.

Spesso il progettista può investire poco tempo alla relazione con il committente, deve risolvere problematiche (anche amministrative), deve cercare di ottimizzare le risorse a disposizione come persone e macchinari, deve poter effettuare una continua ricerca di offerta del mercato per offrire il prodotto migliore e più consono alla sua idea, deve promuovere le sue capacità verso nuovi lavori e deve continuamente accrescere la sua preparazione tenuto anche conto che la nuova disciplina in materia lo richiede (crediti formativi).
D‘altronde lo "studio di progettazione" è proprio composto dalle due parole "studio e progettazione", sì, lo studio della progettazione ma quando dedicarsi allo studio della realizzazione, allo studio della professione (legislativa e specifica), allo studio delle relazioni con le figure intermedie preposte alla realizzazione del manufatto?

Il nostro servizio di outsourcing, permette allo studio di progettazione di alleggerire tutto quel carico di elaborati necessari allo svolgimento dell‘iter progettuale, andando ad occuparsi solo di quell‘aspetto ripetitivo e monotono di esso.

il servizio di architettura outsourcing per gli studi di progettazione

In tal modo, lo studio di progettazione ha la possibilità di curare maggiormente la relazione con il cliente e proporgli così scelte tecnologiche sempre qualitativamente ed economicamente adeguate. Ha la possibilità di ottimizzare le risorse, sia del personale interno allo studio di progettazione sia degli spazi e del numero di attrezzature (computer e licenze) da acquisire.
Quest‘ultimo elemento è un fattore tipico con il quale il titolare dello studio di progettazione deve sempre fare i conti: progetti grandi richiedono ovviamente ampi spazi, personale più numeroso e conseguente incremento di investimento in struttura; progetti piccoli esattamente, ma non sempre proporzionalmente, l‘inverso. Questo fatto crea problematiche interne allo studio di progettazione che deve valutare se e quali progetti intraprendere per equilibrare sempre al meglio la sua struttura senza creare l‘inevitabile crescita e decrescita ad effetto fisarmonica.
Lo studio di progettazione, quindi affidandosi al servizio di outsourcing, ha la possibilità di reperire anche quei lavori che in altri momenti non avrebbe valutato conveniente acquisire.

La capacità di operare su diversi fronti e su progetti di diverse entità del nostro gruppo di outsourcing permette di conseguenza allo studio, quale titolare del progetto, di offrire un prodotto sempre qualitativamente ed economicamente vantaggioso:

  • qualità maggiore offerta dalla nostra competenza ed esperienza svolta nei diversi campi;
  • maggiore investimento da parte dello studio di progettazione nella ricerca e preparazione di nuove scelte e prodotti;
  • velocità nell‘esecuzione degli elaborati offerto dal nostro servizio outsourcing basato sull‘esperienza e ottimizzazione dei tempi di scambio delle informazioni necessarie
  • economia nelle risorse dello studio di progettazione e offerte economicamente vantaggiose da parte del nostro servizio di outsourcing verso lo studio di progettazione onde permettere a quest‘ultimo di rimanere concorrenziale nel mercato

in conclusione e schematizzando quanto già sopra esposto, lo studio di progettazione ha:

  • maggiore tempo da dedicare alla relazione con il cliente
  • più spazio di investimento per la promozione del suo studio verso nuovi lavori
  • più tempo ed energia da investire nelle ricerche di nuove scelte tecnologiche che il mercato offre
  • più tempo per la documentazione e lo studio delle nuove discipline
  • meno oneri sulla crescita di professionalità
  • meno oneri sull‘incremento della struttura